8 diversi modi di adottare la tecnologia RFID in una città: New York

30.11.2015_NYLa tecnologia RFID è sempre più utilizzata dalle munincipalità di tutto il mondo e in questo articolo andremo a vedere come questa viene utilizzata  in una metropoli come New York. Diamo alcune cifre relativamente alla città di NY: 8,5 milioni di residenti, circa 600.000 persone che ogni giorno la raggiungono per lavoro, 1 miliardo di utilizzatori della metro all’anno, 263 quartieri cittadini (street blocks) e circa 237 grattacieli. Queste cifre per far capire come una città di questo tipo deve essere efficiente sotto molti aspetti come e forse più che un azienda privata. Di seguito racconterò di 8 utilizzi newyorchesi della tecnologia RFID per migliorare l’efficienza e l’organizzazione di alcuni aspetti della “città che non dorme mai” come la chiamava Frank Sinatra.

FDNY

  Il primo utilizzo della tecnologia a radio frequenze interessa il mondo della sicurezza cittadina e precisamente il corpo dei Vigili del fuoco. A NY ce ne sono oltre 15.000 e mediamente all’anno devono rispondere a circa mezzo milione di chiamate di emergenza.Famoso e triste è il ricordo del loro lavoro e intervento in occasione dell’11 Settembre 2001 quando ne morirono circa 343. Durante quel triste episodio, le informazioni erano confuse e nemmeno le autorità sapevano quanti vigili del fuoco fossero presenti a Ground Zero. Nacque così la necessità di tracciare gli operatori così da sapere precisamente quanti ne sono intervenuti successivamente ad una chiamata e dove si trovano. Il corpo dei vigili newyorchesi FDNY ha deciso di optare per la tecnologia RFID attiva e attraverso il tag dotato di batteria sistemato all’interno degli abiti e del reader posto su ogni veicolo ad ogni intervento al fine di conoscere con precisione quanti e quali operatori sono intervenuti ad una chiamata, monitorare le condizioni ambientali in cui ogni singolo vigile sta operando e  il suo stato di salute. Monitorare condizioni fisiche e ambientali è possibile con i transponder attivi e questa applicazione si è deciso di tracciare anche la temperatura a cui il tag è sottoposto così da avvertire se la temperatura a cui il tag si trova potrebbe essere pericolosa per l’operatore e se lo stesso risulta fermo da troppo tempo e quindi si presume che sia in pericolo magari caduto e immobile. termoinare…

New York Marathon

Della maratona di NY non c’è molto da spiegare, essendo la corsa podistica rivolta a agonisti e amatori più famosa al mondo. La prima edizione risale al 1970 e nel 2014 i partecipanti sono stati 50.896, così per capire di che cifre stiamo parlando. La tecnologia RFID per la tracciabilità degli atleti è stata implementata nel 2009. Inizialmente l’oggetto di identificazione personale (tag) veniva accoppiato ai lacci delle scarpe ma dal 2011 in poi si è deciso di accoppiarlo alla pettorina che ogni atleta indossa. così facendo i dati di ogni atleta sono comunicati in tempo reale al sistema di gestione che condividerà i dati della prestazione di ogni singolo atleta oltre che monitorare il corretto svolgimento della gara stessa.

Freedom Tower

La Freedom Tower, meglio conosciuta come One World Trade Center,  è l’ultimo “grattacielo” nato a NY. La costruzione dei 104 piani di questo edificio è stata fatta in 7 anni e l’utilizzo della tecnologia a radio frequenze ha dato una grande mano durante i lavori. Fin dalla costruzione delle fondamenta, i tag RFID sono stati utilizzati per monitorare la temperatura del calcestruzzo durante la fase di essicamento che si è protratta per settimane. Una volta messe in opera le fondamenta, si è potuto procedere con la costruzione dei 104 piani rimanenti sempre monitorando la temperatura di essicamento del calcestruzzo attraverso i tag RFID.

Saks Fifth Avenue

La 5th Avenue è una delle mete per tutti i turisti che si trovano a NY. In questa via sono presenti tutti i più importanti negozi e tra i tanti c’è appunto Saks 5th Avenue, noto negozio di calzature, abiti e accessori. L’elevato numero di articoli presenti a negozio e l’enorme quantitativo di clienti che passano hanno spinto la proprietà a scegliere di utilizzare l’RFID per gestire i processi di entrata merce a magazzino, messa a scaffale, vendita, inventario e rifornimento degli scaffali e eventualmente del magazzino per evitare perdite economiche dovute a stock outs vari. Un dato importantissimo per Saks: una volta per fare un inventario ci volevano giorni e tanti operatori, oggi lo stesso può essere fatto giornalmente da un singolo operatore grazie a un dispositivo mobile di lettura e sopratutto con una precisione documentata del 100%.

NY City Bikes

New York presenta il servizio di bike sharing più grande degli USA. Questo servizio è nato nel 2013 e ad oggi gli utilizzatori del servizio sono circa 34.000 al giorno. Le biciclette sono dotate di tag RFID e GPS al fine di conoscerne sempre la posizione esatta. L’RFID consente, alla società che si occupa del servizio, la raccolta di innumerevoli informazioni che se studiate e analizzate correttamente aiuteranno a migliorare continuamente il servizio offerto.

Gestione Hotels

Gli hotels a NY sono migliaia e in molti di essi la tecnologia RFID è presente già da anni per quanto riguarda chiavi magnetiche, gestione automatizzata del frigobar e controllo accessi. Ma dal 2013 in poi l’utilizzo delle radio frequenze è cresciuto molto sopratutto per l’utilizzo della stessa per avere un aumento di sicurezza ed efficienza. L’RFID permette di tracciare in modo preciso la posizione dello staff della struttura al fine di ottenere una migliore efficienza sia in situazioni normali che in casi d’emergenza.

MOMA e sicurezza capolavori

Il Museum Of Modern Art di New York è uno dei musei cittadini più visitati, si pensi che nel 2014 ha avuto oltre 6 milioni di visitatori. All’interno del museo si è scelto di utilizzare la tecnologia RFID per proteggere le opere d’arte dagli agenti ambientali. All’interno del Cloisters, un area del museo dedicata all’età medievale, attraverso tag attivi la direzione del MOMA ha deciso di monitorare i fattori ambientali (temperatura e umidità) nell’area in ottica di prevenzione e studio. La prevenzione perchè questi tag se percepiscono una variazione eccessiva di un valore fanno scattare l’allarme, mentre lo studio perchè monitorando i dati si può tenere studiato il modo di reagire di certi materiali all’aria.

Carte della Metro

Nel 2019 è previsto il cambio di tecnologia per la gestione degli accessi alla famosa metro di New York. Un lavoro di questo tipo avvenne nel 1993 quando si passò dallo storico gettone alle nuove, all’epoca, MetroCard. Ora siamo nel 2015 e la MTA (l’Autorità che getisce i trasporti a NY) vuole guardare al futuro pianificando il passaggio alla tecnologia a radio frequenze. L’analisi del processo ha evidenziato come la vecchia MetroCard sia lenta e spesso inefficiente, ecco perchè si è pensato al passaggio all’RFID che garantirà velocità, sicurezza e efficienza.

Video

TG Televenezia

TG Televenezia

Conferenza stampa di Rfid-Soluzioni del 16 settembre 2010
TG Tele Nordest

TG Tele Nordest

Il servizio di giornalistico di Tele Nordest sulla conferenza stampa di Rfid-Soluzioni del 16 settembre 20101
TeleRegione 7 - Intervista

TeleRegione 7 - Intervista

La società di comunicazione Asterisco intervista l’Ing Ferruccio Ferrari

Tech

Datasheets, white papers e descrizioni tecniche inerenti il mondo RFId.

Leggi tutto

Lingua:

Offcanvas

RFId Soluzioni nasce con l'obiettivo di fornire cultura su questo affascinante mondo. Se desiderate sviluppare un sistema RFId o capire se la vostra richiesta e' fattibile, troverete qui le informazioni necessarie al vostro caso