Tag EPC Gen2 e la procedura Kill

Come ormai noto ai più, il tag o transponder, è l’elemento caratterizzante di un sistema a Radio Frequenza; per funzionare, un sistema deve permettere il dialogo nella stessa lingua tra il transponder e i dispositivi di lettura ( reader).
Quindi un ruolo fondamentale è svolto dallo standard di comunicazione, al fine di permettere sia il corretto dialogo tra entità fisiche diverse, che garantire la non interferenza del segnale RFId con quello di altri dispositivi.
Il processo di definizione dei protocolli è ad appannaggio, a livello mondiale e regionale a due organismi:
–          ITU (International Telecommunications Union;
–          CEPT (European Conference of Postal and Telecommunications).

RFId IN-METAL: tracciabilità di oggetti metallici a basso impatto visivo

Che i metalli siano un problema per i tag RFId è ormai risaputo, indipendentemente dalla frequenza operativa che si sta considerando (vedi: tracciabilità in ambienti difficili).
Sono stati presentati da tempo prodotti sia HF che UHF capaci di alimentarsi e rispondere alle sollecitazioni di un reader (ovvero, in poche parole, funzionare) anche quando solidali a superfici metalliche; adesso si riesce a proporre anche qualcosa di molto più performante: il concetto di IN-METAL.

RFId ultra compatti: OCA, ovvero On-Chip-Antenna

Con il termine OCA si vuole identificare una tecnologia molto innovativa che permette la costruzione dell’antenna di comunicazione del tag direttamente sulla superficie del chip RFId. OCA, acronimo di On-Chip-Antenna, permette di ridurre drasticamente le dimensioni del chip a pochissimi millimetri, permettendo la costruzione di tag dalle dimensioni paragonabili alla semplice “mattonella” di silicio che costituisce il cuore del transponder.

Linee guida per affrontare un progetto RFId con successo

Abbiamo voluto pubblicare questo post per descrivere le competenze che devono presentare le aziende che si qualificano come RFId Integrator e, parallelamente, l’approccio che vogliamo consigliare alle aziende, potenziali clienti, che si vogliono avvicinare alla tecnologia. L’argomento è stato diviso in 7 punti: ogni punto descrive un aspetto.

 

Un esempio di codifica di un RFId

Alla luce di quanto detto nello scorso post a riguardo degli algoritmi di crittografia, presentiamo un esempio tipico di come organizzare la memoria di un tag RFId (nello specifico, anche se non di basilare importanza, di un tag HF ISO15693 con una memoria da 512 bit) mescolando le caratteristiche di sicurezza di cui disponiamo: password di accesso e DES.

Video

TG Televenezia

TG Televenezia

Conferenza stampa di Rfid-Soluzioni del 16 settembre 2010
TG Tele Nordest

TG Tele Nordest

Il servizio di giornalistico di Tele Nordest sulla conferenza stampa di Rfid-Soluzioni del 16 settembre 20101
TeleRegione 7 - Intervista

TeleRegione 7 - Intervista

La società di comunicazione Asterisco intervista l’Ing Ferruccio Ferrari

Tech

Datasheets, white papers e descrizioni tecniche inerenti il mondo RFId.

Leggi tutto

Lingua:

Offcanvas

RFId Soluzioni nasce con l'obiettivo di fornire cultura su questo affascinante mondo. Se desiderate sviluppare un sistema RFId o capire se la vostra richiesta e' fattibile, troverete qui le informazioni necessarie al vostro caso