Quanto è piccolo un chip RFId

Quando si parla di transponder RFId si vuole generalmente intendere l’inlay, ovvero l’insieme di antenna e microchip, il tutto assicurato ad un supporto plastico (spesso trasparente) in PET.

Nel post successivo approfondiremo le modalità con cui vengono create le antenne metalliche; ora vogliamo descrivere i metodi con cui una “mattonella” di silicio, dal lato inferiore al millimetro, ovvero il chip, viene collegato all’antenna.

 small-rfid
Figura 1: dimensione di un chip RFId
Sulle normali PCB (i circuiti stampati) i microchip sono incapsulati in package, plastici o ceramici, dotati di un certo numero di piedini metallici saldati alle piazzole del circuito. In un inlay RFId i chip non sono incapsulati in alcun package ma sono forniti sottoforma di silicio con i pad (le piazzole metalliche) esposte. Il motivo per cui non viene fornito alcun package è ovviamente legato all’ingombro: la maggior parte dell’area ricoperta do un chip è relativa al package e alla distribuzione dei contatti mentre l’area effettiva di silicio è veramente decine di volte inferiore all’occupazione del package.
I pad di un RFId, le cui misure sono inferiori al millimetro per lato, non possono venir saldati all’antenna poiché quest’ultima si appoggia su di un supporto plastico che ne risulterebbe danneggiato. Vengono allora connessi secondo due interessanti tecniche:
1.      paste conduttive. Tra antenna e chip viene steso un sottile strato di materiale adesivo conduttore che incolla le due parti tra loro garantendo la conducibilità elettrica. Tale materiale prende il nome di ACP Adhesive Conductive Paste.
2.      microoscillazioni. Il chip viene posto a contatto con l’antenna e fatto vibrare ad una frequenza di circa 60KHz. Queste vibrazioni generano una temperatura superficiale in grado di saldare le due parti senza rovinare il substrato.
Nelle figure che seguono sono mostrate e commentate alcune fasi delle lavorazioni descritte.
 bonding-rfid
Figura 2: fase di collegamento del chip all’antenna.
 bonding-rfid-acp
Figura 3: risultato del bonding usando la tecnica ACP

Lascia un commento

Devi essere loggato per postare un commento.

Video

TG Televenezia

TG Televenezia

Conferenza stampa di Rfid-Soluzioni del 16 settembre 2010
TG Tele Nordest

TG Tele Nordest

Il servizio di giornalistico di Tele Nordest sulla conferenza stampa di Rfid-Soluzioni del 16 settembre 20101
TeleRegione 7 - Intervista

TeleRegione 7 - Intervista

La società di comunicazione Asterisco intervista l’Ing Ferruccio Ferrari

Tech

Datasheets, white papers e descrizioni tecniche inerenti il mondo RFId.

Leggi tutto

Lingua:

Offcanvas

RFId Soluzioni nasce con l'obiettivo di fornire cultura su questo affascinante mondo. Se desiderate sviluppare un sistema RFId o capire se la vostra richiesta e' fattibile, troverete qui le informazioni necessarie al vostro caso